Enzo Favata - The Crossing
Villa Verde - Bosco di Mitza Margiani. Ormai è una regola per il festival di Dromos, curato dall'agenzia Applausi di Oristano, di scegliere delle location molto particolari, così da fondere la cultura musicale con quella della storia della Sardegna. Oggi ci troviamo nel comune di Villa Verde, nella zona del Monte Arci nel bosco di Mitza Margiani dove si trova il villaggio nuragico di Bruncu 'e S'omu. Col nuovo concerto, Enzo Favata incrocia il jazz tradizionale con nuovi suoni elettronici. Un mix di note con lo scopo di ottenere un sound contemporaneo e originale. È questo il titolo del nuovo album ma anche la nuova band del jazzista sardo Enzo Favata, appena pubblicato dall’etichetta Niafunken e distribuito da Goodfellas. Il disco arriva dopo due anni di concerti in Festival tra Inghilterra, Giappone, Asia, Sud America ed infine, nel 2020 in Italia, ed è in gran parte registrato dal vivo. Proprio le esibizioni live hanno reso sempre più affiatata la nuova band guidata da Favata che ha scelto al suo fianco Pasquale Mirra al vibrafono e marimba midi, Marco Frattini, batteria e percussioni e Rosa Brunello, basso e contrabbasso. “The Crossing è anche il nome della band che avevo in mente di costituire da molto tempo – spiega il jazzista sardo -. Per scrivere e creare la musica anche con l’elettronica, avevo bisogno di trovare dei jazzisti che avessero un nuovo modo di porsi nel trattare i materiali musicali, che fossero liberi, padroni del jazz e di altri linguaggi. L’equilibrio ed il grande intreplay che si è creato dopo varie tournée con Rosa Brunello, Marco Frattini e Pasquale Mirra, è quello di una vera e propria band e lo si sente sul palco”. Non volendo perdere la ‘good vibration’ dei concerti, tutto è stato trasferito anche sull’album in studio.
27 photos · 1 view